Conferenza su Maria Luigia

Questa mattina 9 luglio 2016, ho partecipato alla conferenza su Maria Luigia, prima parte, dopo il saluto del sindaco Valentina Pontremoli sono intervenuti per la parte storica G. Conti, C. Mambriani e S.Mussi, dopo hanno preso la parola G.Fracasso, A. Mascolo e A. Pontremoli, tante belle riflessioni e parole sulla valceno, una valceno descritta come una piccola oasi, dove il bel paesaggio e le potenziali risorse possono far nascere un posto meraviglioso dove coltivare un modello di vita invidiabile, basta crederci, basta essere positivi, basta volerlo, si è vero, bisogna crederci, una Bardi che col suo castello, coi monti che la circondano ti portano a sognare un mondo dove poterci vivere e aiutato dalla tecnologia informatica puoi essere al centro del mondo, vero, ho chiuso gli occhi e ho iniziato a sognare, ma poi finiti i bei discorsi e finita la conferenza li ho riaperti, e passeggiando per il bel paese di Bardi, nella strada principale mi sono accorto che molti negozi hanno chiuso, che quest’inverno si è faticato per avere un distributore di benzina, che le strade diventano sempre più “strade di campagna” che la gente, per lo più anziana ha sempre più difficoltà, che gli sforzi delle amministrazioni diventano sempre più pesanti per far quadrare i conti, allora sono ritornato alla realtà, io amo la valceno ma non amo certi discorsi orami troppo stucchevoli, troppo ottimisti, fermiamoci coi sogni e cerchiamo di essere  concreti, non è vero che la valceno è un’oasi di pace, la potrebbe essere, ma prima dobbiamo  risolvere tanti problemi, in primis cercare di ripopolarla coi fatti non con le parole, troviamo risorse per dar lavoro ai giovani, su tutta la valle, creiamo zone franche per dar modo a piccole realtà artigiane di poter svolgere il loro lavoro, visto che l’agricoltura oramai non esiste più, cerchiamo di creare turismo, ma cerchiamo di farlo in modo serio non approssimativo, sono nati alcune organizzazioni che dovrebbero promuovere la valle, anche li si erano fatti tanti bei discorsi, si sognava, ma poi queste organizzazioni si sono trasformate  in piccole proloco di paese. Ma dovè questa rinascita di valle? dovè, chi la vede

….forse era bello rimanere alla conferenza a sognare….Flavio Nespi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...