Mostra fotografica delle pergamene di Varsi al liceo Bertolucci di Parma

Ospitare al Liceo Bertolucci la mostra delle Pergamene Longobarde di Varsi è insieme un privilegio e una sfida. Il privilegio di poter offrire alla città il passato che riaffiora lungo le valli dell’Appennino in una alleanza fra territori finalizzata alla valorizzazione della cultura e della storia comune. La sfida è invece legata ad uno dei tratti caratteristici del liceo Bertolucci, Scuol@2.0 che del linguaggio digitale ha fatto l’ambiente di apprendimento in cui giocare il nesso tra cultura umanistica e scientifica. Ospitare le Pergamene di Varsi significa riconnettere i fili della storia e della cultura evidenziando come nel mutare degli strumenti, dei supporti materiali e delle condizioni storiche ciò che conta è la capacità di creare cultura. Di lasciare tracce di senso. Di formare cittadini consapevoli. E questo è il primo compito di ogni istituzione educativa.

Aluisi Tosolini – dirigente scolastico Liceo Bertolucci

LOCANDINA-definitiva

Le Pergamene di Varsi al liceo Bertolucci  da archeoparma

Schermata 2014-01-23 alle 10.59.08

Dal 25 gennaio  la mostra con i documenti che raccontano l’epoca longobarda nella Val Ceno

Tanto tempo fa si narra di come il prete Romoald, “uomo venerabile”, comprò da Adua, “donna onesta e vedova del fu Venerio”, un campo alberato, nel casale di Varsi “sopra il lago”. Anche un semplice contratto d’acquisto può diventare una testimonianza storica, come quello contenuto nella cosiddette “Pergamene di Varsi”, una raccolta di documenti risalenti all’epoca longobarda, che da sabato 25 gennaio si potranno ammirare all’interno del liceo Bertolucci.

Sono 11 documenti, databili tra il 735 e il 774, che narrano del piccolo centro di Varsi, della sue pieve dedicata a San Pietro, della Valle del Ceno, di località oggi sconosciute, del bacino del Ceno, delle donne e gli uomini che lì hanno vissuto. Un’area che all’epoca della dominazione longobarda, era un importante crocevia commerciale e di valore strategico.

LA MOSTRA – Promossa dal liceo Bertolucci, insieme a Comuni di Varsi e Bardi, l’associazione culturale Il Cammino Val Ceno, la Consulta Culturale di Varsi, il Centro studi Valle del Ceno, sarà presentata sabato 25 gennaio. Al suo interno si potranno ammirare gli 11 documenti – conservati nell’Archivio capitolare di Piacenza – consistenti in donazioni, vendite, promesse. Il più antico è proprio quella di prete Romoald, datato 19 gennaio 735. L’ultimo risale al sei maggio 774. Per i visitatori ci sarà anche la possibilità di esplorare parte dei luoghi menzionati nelle pergamene, grazie alle visite guidate promosse dalla Soprintendenza per i beni archeologici dell’Emilia Romagna.(racas)

 

http://www.tvparma.it/Video/tg-parma—telegiornale/tg-parma-edizione-del-25-01-14-ore-12-45

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...